InterDrinks.it - Idea al Servizio

Menu


Ricerca: 

Articoli Newest

 Come si calcola la pensione per i lavoratori delle poste
(Hits: 78)
Anche dopo la soppressione dell’Ipost gli ex...
 Concedersi quello che si merita per attirare ciò di cui si ha bisogno
(Hits: 54)
Quando siete consapevoli di quello che vi meritate...
 Connessioni emotive con gli altri: utili strategie
(Hits: 75)
Le relazioni interpersonali hanno il potere di arr...
 Un uomo e una donna possono essere solo amici?
(Hits: 87)
Sono passati più di 20 anni dall’uscita della famo...
 Dieci errori di comunicazione tra genitori e figli adolescenti
(Hits: 96)
PARLARE CON I NOSTRI FIGLI ALLE VOLTE PUÒ DIVENTAR...

Printable Version Anticipazioni Sanremo 2018


Top News italia

 

 

I CANTANTI E LE CANZONI

 

Ecco la lista ufficiale dei Big in gara a Sanremo 2018:

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con il brano «Il segreto del tempo»
Nina Zilli con il brano «Senza appartenere»
The Kolors con il brano «Frida (mai, mai, mai)»
Diodato e Roy Paci con il brano «Adesso»
Mario Biondi con il brano «Rivederti»

Luca Barbarossa con il brano «Passame er sale»
Lo Stato Sociale con il brano «Una vita in vacanza»
Annalisa con il brano «Il mondo prima di te»
Giovanni Caccamo con il brano «Eterno»
Enzo Avitabile e Peppe Servillo con il brano «Il coraggio di ogni giorno»

Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico con il brano «Imparare ad amarsi»
Renzo Rubino con il brano «Custodire»
Noemi con il brano «Non smettere mai di cercarmi»

Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano «Non mi avete fatto niente»
Le Vibrazioni con il brano «Così sbagliato»
Ron con il brano «Almeno pensami»

Max Gazzè con il brano «La leggenda di Cristalda e Pizzomunno»
Decibel con il brano «Lettera dal duca»
Red Canzian con il brano «Ognuno ha il suo racconto»
Elio e le Storie Tese con il brano «Arrivedorci»

Queste le nostre impressioni sulle canzoni dopo il primo ascolto: Sanremo 2018: il primo ascolto delle 20 Canzoni dei Campioni

Questa invece è la lista degli 8 giovani che gareggiano nella categoria Nuove Proposte:

Eva (Cosa ti salverà), Giulia Casieri (Come stai), Lorenzo Baglioni (Il Congiuntivo), Mirkoeilcane (Stiamo tutti bene), Mudimbi (Il Mago), Ultimo (Il ballo delle incertezze). Ci saranno anche Leonardo Monteiro (Bianca) e Alice Caioli (Specchi rotti) provenienti dal Concorso Area Sanremo. 

 

I CONDUTTORI

Oltre al direttore artistico Claudio Baglioni, a condurre le serate troveremo la showgirl Michelle Hunziker («Ho scoperto che avrei fatto il festival prima attraverso i giornali. "Se esce il mio nome sui giornali" dicevo "non succederà mai"») e l'attore Pierfrancesco Favino («Sono felicissimo di stare qua, è una cosa completamente nuova per me»).

IL PROGRAMMA

 

Prima serata: saranno presentati tutti e venti i campioni in gara.

Seconda e terza serata: ascolteremo 10 canzoni dei campioni e quattro delle nuove proposte per ogni sera.

Quarta serata: Sentiremo tutte le canzoni delle nuove proposte che si giocano il gran finale. Sempre i venerdì tornano i duetti, le 20 canzoni dei campioni in gara verranno presentate con uno o più ospiti o in una versione riarrangiata.

Serata finale: rush finale per 20 campioni, i primi tre della classifica si scontreranno ancora e conosceremo il vincitore di questa edizione.

• Sanremo 2018: le novità del regolamento

 

GLI OSPITI

 

È confermata la presenza di Laura Pausini, attesa nella prima serata, e di Biagio Antonacci. Con entrambi Baglioni ha intenzione di duettare. È arrivato anche il primo annuncio ufficiale della Rai per quanto riguarda i grandi ospiti internazionali al Festival di Sanremo 2018: sul palco dell'Ariston si esibiranno Sting (con Shaggy) e James Taylor.

Tra gli artisti che potrebbero animare le serate del Festival ci sono anche il trio formato da Nek, Max Pezzali e Francesco Renga e i Negramaro, attesi per il venerdì.

Sono ancora in trattativa i ragazzi di Il Volo, mentre sembrano confermate le presenze di Renato Zero e di Gianni Morandi.

È attesa Antonella Clerici, che subito dopo la settimana del Festival condurrà «Sanremo Young», così come una rappresentanza del nutrito cast dell’ultimo film di Gabriele Muccino «A casa tutti bene», che comprende, tra gli altri, il conduttore del Festival Pierfrancesco Favino.

Per quanto riguarda gli interventi comici si parla insistentemente di Maurizio Crozza, che il palco dell’Ariston lo conosce bene avendolo calcato già quattro volte in passato.

 

Queste le nostre impressioni sulle canzoni dopo il primo ascolto: 

Annalisa con «Il mondo prima di te» presenta un brano pop tra i più radiofonici di quest'anno, dal testo suggestivo per quanto inafferrabile, che fa leva su un arrangiamento contemporaneo e sulla voce della sua interprete. Tra gli autori del brano, oltre a lei, ci sono Alessandro Raina e Davide Simonetta.

Enzo Avitabile e Peppe Servillo cantano «Il coraggio di ogni giorno», brano in cui troviamo sonorità arabeggianti e un testo che suona come un omaggio alla città di Napoli (con tanto di breve intermezzo in dialetto) e un inno alla vita delle persone comuni.

Anche Luca Barbarossa riporta il dialetto a Sanremo, nel suo caso quello romano: «Passame er sale» è un brano ispirato agli stornelli, una canzone sentimentale dove si racconta, con la poesia delle parole di tutti i giorni, un amore che le ha passate tutte ed è ancora in piedi.

Mario Biondi fa una scelta estremamente raffinata per il suo primo Sanremo: la sua canzone «Rivederti» è una ballata vecchio stile, dalle sonorità quasi jazz che si rifanno allo stile di Frank Sinatra, guidata però da una voce profonda e inconfondibile.

Una ballata orchestrale in pieno stile sanremese è quella proposta da Giovanni Caccamo con la sua «Eterno». Un brano che, come si intuisce dal titolo, parla della possibilità di un amore che vada oltre i confini del tempo e duri per sempre, senza avere bisogno di altro.

Una scelta forse inaspettata ma sorprendente quella di Red Canzian con il suo brano «Ognuno ha il suo racconto», uno dei più ritmati del Festival, non elettronico ma cadenzato da una robusta batteria rock. Il tema del brano è il percorso che ci porta ai traguardi della vita, tra ostacoli ed errori, diverso per ciascuno di noi.

È un sentito omaggio a David Bowie, e il titolo lo dice chiaramente, il brano dei Decibel, «Lettera dal Duca». È forse la compianta rockstar a parlarci, attraverso la voce di Ruggeri, per svelarci la scoperta dell'infinità che è dentro ognuno di noi, di un mondo spirituale che ci permette di superare le mediocrità della vita.

Diodato, con l'aiuto di Roy Paci (il cui apporto sonoro nei fiati del brano è prezioso), canta «Adesso». Un pezzo molto immediato in cui si parte dalla riscoperta della bellezza del mondo in contrasto con la tecnologia (si invita a liberarsi dei cellulari per guardare il cielo) e più in generale parla della necessità di vivere il presente nella sua pienezza.

Elio e le Storie Tese hanno scelto il 68° Festival per dare l'addio ai loro fan, e la loro canzone si intitola proprio «Arrivedorci», come direbbero Stanlio e Olio (citati esplicitamente nel pezzo). Il brano racconta una genesi alternativa della band (erano delle «ragazze demenziali» rapite dagli alieni che hanno cambiato loro il sesso trasformandoli in musicisti) e termina con un lunghissimo saluto al pubblico che alcuni fan potrebbero trovare persino struggente.

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con «Il segreto del tempo» raccontano una storia di amicizia: il brano è una lettera a un amico che ha perso la voglia di vivere, e lo invita a ritrovarla nei ricordi del passato. Il titolo lo spiega bene il testo: se dai tutto te stesso alla vita, allora il tempo perdonerà ogni tuo errore.

Max Gazzè in «La leggenda di Cristalda e Pizzomunno» racconta una storia del folklore pugliese: il Pizzomunno è un monolite che si trova a Vieste, e leggenda vuole che ogni cento anni si possa reincontrare con la sua amata Cristalda, trascinata in fondo al mare con le sirene. Curatissimo l'arrangiamento orchestrale, in linea con gli ultimi progetti dal vivo di Gazzè.

Primo Sanremo per i The Kolors di Stash, che per la prima volta cantano in italiano: il brano si chiama «Frida (mai, mai, mai)» (come la pittrice Frida Kahlo) ed è caratterizzato da sonorità contemporanee e da un testo in cui si l'amore viene descritto come una sfida quotidiana da vincere ogni giorno.

È la reazione al terrorismo il tema del brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro, ben sintetizzata dal titolo «Non mi avete fatto niente». Si parte citando i luoghi dei più noti attentati degli ultimi anni e si procede con un testo pacifista contro ogni guerra, un inno alla vita che non viene interrotta dalle pretese della violenza. Nonostante il tema molto forte, il brano è musicalmente ritmato, dal retrogusto quasi folk, ed estremamente immediato.

Tra i brani più sanremesi dell'anno c'è anche quello di Noemi, intitolato «Non smettere mai di cercarmi»: si tratta di una ballata sentimentale, interpretata da Noemi col suo stile inconfondibile, che parla, però, di un amore arrivato al capolinea. Ma che non può e non deve essere dimenticato.

Anche il grande Lucio Dalla è in gara quest'anno: è interamente suo, infatti, il brano di Ron, intitolato «Almeno pensami» e interpretato dal cantante con uno stile che «omaggia» quello del compianto Lucio. La canzone racconta, con poetica semplicità, un amore dove le distanze spaziali vengono colmate dalla forza dell'amore, e basta chiudere gli occhi per ritrovarsi vicini.

«Custodire» di Renzo Rubino è uno dei brani con l'arrangiamento e il testo più ricercati di questa edizione. «Puoi custodire l'affetto nell'insolenza» propone il cantautore nel ritornello: il brano racconta una storia d'amore da salvare a ogni costo.

Esordisce quest'anno a Sanremo la band bolognese Lo Stato Sociale, e lo fa con il brano «Una vita in vacanza», il più ritmato di questa edizione, ma sotto alla sua spensieratezza c'è una satira del lavoro all'italiana (dal baby pensionato alla fashion blogger) e del sogno di una vita di nullafacenza in cui «nessuno ti dice se sbagli sei fuori».

È la voce di Ornella Vanoni a farla da padrona nel brano «Imparare ad amarsi» che presenta sul palco con gli autori Bungaro e Pacifico, a cui rimangono comunque alcune frasi del testo. È una ballata sentimentale e raffinata che, come suggerisce il titolo, invita ad amarsi. Ma anche ad ammettere quando una storia d'amore è finita. Ritorna un tema portante di questo Festival: si vive bene soltanto abbracciando le proprie emozioni fino in fondo.

Dopo 13 anni ritornano a Sanremo Le Vibrazioni, e il loro è l'unico vero pezzo pop-rock di questo Sanremo: romantico e molto radiofonico, «Cosi sbagliato» è un brano che racconta l'amore dal punto di vista di un uomo che ha fatto un errore, si sente sbagliato, e chiede di essere perdonato e abbracciato ancora.

«Senza appartenere» è, infine, il brano di Nina Zilli. Anche in questo caso è una ballata, ma non d'amore: il brano è un inno alle donne, alla loro volontà di indipendenza, un ritratto al femminile a 360° nella tradizione di «Quello che le donne non dicono», che sfiora, in un brevissimo passaggio, anche il delicato tema della violenza sulle donne. 

Questa invece è la lista degli 8 giovani che gareggiano nella categoria Nuove Proposte:

Eva (Cosa ti salverà), Giulia Casieri (Come stai), Lorenzo Baglioni (Il Congiuntivo), Mirkoeilcane (Stiamo tutti bene), Mudimbi (Il Mago), Ultimo (Il ballo delle incertezze). Ci saranno anche Leonardo Monteiro (Bianca) e Alice Caioli (Specchi rotti) provenienti dal Concorso Area Sanremo. 

 

 


 Hits:  226
 Rating:   Rating:0  Votes:0 (Rating Scale: 1 = worst, 10 = best)
 Added on:  27/01/2018
 Author/Source:  n/a
 Author's contact:  n/a
 Posted by:  Maurizio
 Comments:  0 Comment(s)


Other Articles by this Author

Back

Articoli Descritti

Articoli non Trovati!